mercoledì 22 dicembre 2010

Cos'è un poke su Facebook? Eccovi la spiegazione...

Molti di voi se lo saranno chiesto tante volte ma ancora oggi non conoscono la risposta esatta.. Cos'è un poke su Facebook?



Dal fatto che pochissimi utenti usano questo misterioso poke, potrebbe sembrare un'applicazione difficile da utilizzare, ma non è affatto così!


Fino a poco tempo fa un poke serviva ad avere accesso temporaneo al profilo di una persona che non si aveva tra gli amici. Nel caso di una risposta positiva (poke back) si potevano visionare i rispettivi profili per una settimana prima di decidere di diventare “amici”.

Adesso un poke è uguale ad un trillo di msn! Inviare un poke ad un amico è come dire “ehi!”, equivale al desiderio di far sentire la propria presenza anche se non si ha nulla da dire, in pratica una specie di messaggio "muto".

24 commenti:

Anonimo ha detto...

Uno che non conosci TI CHIEDE QUESTO POKE .. che manco sapevo cosa fosse ..ora che lo so sono allibita deve controllare i fatti miei e farne visione lui con altri, ciò che vuole della mia privacy.. non e corretto mi meraviglia facebook che lo fa fare non ce più un sistema di cambiare permettete tutto non lo trovo giusto..va avanti e peggiora poi sono quattro maschi ..io sono grande, provate a immaginare una minorenne che vergogna ..qua in Italia prendete le cose troppo alla leggera.. svegliatevi..

Anonimo ha detto...

Ma vu fancul

Anonimo ha detto...

1) impara ad usare la punteggiatura, perd dio!
2)le minorenni non possono iscriversi a facebook, quindi il problema non si pone
3)il poke puoi decidere se ricambiarlo o no, quindi non vedo perché tu debba sparare a zero contro facebook, dato che ti da la possibilità di decidere se lanciare un poke o no
conclusione) hai detto un sacco di stronzate

Anonimo ha detto...

Per Anonimo...vorrei farti notare che facebook è pieno d minorenni...mia figlia ha 14 anni si è iscritta senza barare sulla data d nascita...ha inserito il mio indirizzo e-mail e da fb mi è arrivata la richiesta d autorizzazione

Anonimo ha detto...

Nelle clausole (che solitamente non si leggono) da accettare prima di iscriversi a FB c'è scritto che gli utenti minorenni possono iscriversi solo se il genitore (o, insomma, un maggiorenne che eserciti la patria potestà) è consapevole di ciò che verrà fatto su FB quindi se i vostri figli accettano richieste di sconosciuti (o simili) è compito dei genitori bloccarli, ecc...

Anonimo ha detto...

il genitore che permette ai figli minorenni di iscriversi a fb deve essere in grado di esercitare adeguato controllo, come in ogni altro aspetto delle relazioni sociali dei figli. Fb garantisce già una certa tutela della privacy. Certo è che se uno ha aspetti del proprio vivere od opinioni che non vuole siano assolutamente conosciuti è meglio che li tenga per se, sia che sia iscritto a Fb oppure non lo sia affatto.

GABRIELE SALERNO ha detto...

x che se ne dica e commenti,anche in maniera nn consona,alla fine ci si collega sempre li,pareri sfavorevoli a parte,sembra quasi che la rete e i pc servano solo a questo,e cioe' x fb!!!ci dice niente un miliardo di iscritti?che x quanto è grossa la cifra,conviene scriverla a parloe!!! un saluto a tutti,anche quelli che vanno contro il social o ne parlano male,xk cmq sia,se uno è arrivato qui,è x reperire un informazione inerente....

Anonimo ha detto...

sono daccordo in parte un pò a tutti e sette i commenti , quello che dite è tutto cosi ,ci sono minorenni iscritti con genitori consenzienti e altri no .purtroppo questa è l italia oggi , sono una persona adulta e penso che internet sia una grande invenzione se usata correttamente .......

Anonimo ha detto...

Se vuoi la privacy non ti iscrivi su facebook!! Per sentire i tuoi amici ti fai una maledetta ricarica e ciao... ripigliati fuori che è ora... -.-''

Anonimo ha detto...

Bella madre spia pure la figlia su facebook. Vergognati sta povera ragazzina non crescerá mai ... le stai troppo attaccata! E poi se vuoi la privacy non ti iscrivi su facebook ripigliati fuori.. chiunque puo entrare nel profilo degli altri senpre se non c'è la privacy e se c'è si manda il poke per chiedere il permesso percio se acconsente di far vedere il profilo non è colpa degli altri ma di tua figlia che acconsente.

Anonimo ha detto...

FB e vietato sotto i 13 anni e poi dove il problema se un padre...come dice un anonimo...spia la figlia. gia ci sono abbastanza pedofili sulla rete. figuratevi su FB!

Anonimo ha detto...

MA PERCHE c'e' l'abbiamo con FACEBOOK che siamo che lo cerchiamo noi che creaiamo profili lui non ci invita questo e il dilemma capito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

scusatemi ma io credo che se se fa' buon uso non puo' essere nocivo, poi dipende da cosa si cerca e da come si usi

Anonimo ha detto...

minchia ma voi siete tutti pazzi :O

Anonimo ha detto...

un poke è tipo un osservazzione tipo se uno vuole vedere il tuo fb per 1 settimana ma io dico perchè uno si fa fb per parlare di cose privacy quindi se mi arrivasse uno non l'acceterai

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno che sappia scrivere correttamente, qui, esiste?

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno che sappia scrivere correttamente, qui, esiste?

Anonimo ha detto...

E comunque non si dilaghi in altri discorsi. Il poke abbiamo capito cos'era e adesso cos'è. Per la signora allibita: consiglio una rivisitazione dell'italiano e per quanto riguarda la scrittura e per quanto riguarda la lettura e la conseguete comprensione del testo. Perché c'è da restare allibiti solo nel comprendere la sua abnorme ignoranza. Infatti,se avesse letto bene, l'opzione "poke" era innocua alla nascita e lo è tutt'ora dato che è diventata una cosa ancora meno invasiva.

Anonimo ha detto...

Oh mamma.....davvero!!! Pare si sia un popolo di analfabeti....non c'è un solo commento che non faccia raccapricciare da quanto è scritto male.....

Anonimo ha detto...

S parla tanto d analfabeti......ma tu nn t vedi???

Anonimo ha detto...

Mi sono soffermata di più a leggere i vostri commenti che a leggere la risposta di una domanda a cui mi ponevo.. ho voluto rispondervi solo per dire a coloro che parlano di privacy, pedofili e altro.. 1 se vuoi la tua privacy di certo non vai su un social dove chiunque può sapere quello che fai. 2 in fatto a pedofili su Facebook, io ho iniziato a usare Facebook a 15/16 anni premetto che sono una ragazza e non sono bruttina, comunque non ho mai avuto a che fare con pedofili o uomini diciamo vogliosi.. e non perché i miei genitori curavano ciò che io facessi ma solo per la mia maturità di non pubblicare foto provocanti cosa che purtroppo ora vedo di tante mie conoscenti. Quindi finisco col dire che se un genitore ha educato al meglio il proprio figlio e se giustamente il figlio ha appreso tutto ciò che gli è stato insegnato a quest'ora non ci sarebbe stata questa discussione inutile al articolo sopra citato.. vi saluto ragazza maggiorenne sia di mente che età ;)

GABRIELE SALERNO ha detto...

xk io dove nn sarei stato corretto a scrivere scusa?

Anonimo ha detto...

Io sono molto d'accordo con quella/o che scrive in Anonimo, veramente su questa cosa di FB hai perfettamente ragione, peccato che le persone non lo capiscono o non vogliono capire perché hanno una mentalità chiusa e non accettano i ragionamenti degli altri.

Anonimo ha detto...

purtroppo la lingua italiana per molti e' un optional.....!

Posta un commento

Altri articoli interessanti